PRIMAVOCE

Diretto da Sergio Mattarella Settimanale di informazione dello Studio Legale Prima Business


casa pignorata

A cura di mario
MILANO - Italia e Commissione Europea sono un po' più vicine. È questo il messaggio del commissario agli affari economici Pierre Moscovici mentre in mattinata Salvini apre nuovi spiragli sulle modifiche dei saldi della Manovra. La Commissione Ue  "preso nota" delle intenzioni dell'Italia di ridurre il deficit, e ora "aspettiamo altri dettagli", perché ci deve essere un "impegno credibile, concreto e nel quadro delle regole", ha spiegato in conferenza stampa. "Noi siamo disponibili a dare flessibilità ma deve essere nelle regole, per questo il gap va ridotto ancora". Quanto alle prossime mosse - ha aggiunto - "la Commissione cammina su due strade: dialogo con le autorità italiane e preparazione della procedura che riteniamo giustificata: i prossimi passi si fonderanno sul risultato del negoziato in corso"
Le premessse però sembrano incoraggianti "Il dialogo con l'Italia - ha spiegato - diventa più intenso, vediamo un tono diverso, un diverso modo di cooperare e vediamo l'Italia disponibile ad ascoltare il nostro punto di vista e risolvere i problemi. È un passo che accogliamo con favore, e anche gli investitori hanno lo stesso feeling". "Ora - ha aggiunto il commissario - il dialogo è cominciato davvero su metodo e sostanza. A Buenos Aires abbiamo avuto discussioni positive con Conte e Tria, e abbiamo deciso di proseguire nell'interesse generale e abbiamo dato mandato ai nostri team di lavorare in quella direzione".